Gallinari Gioielli | Acquamarina e altri berilli
953
post-template-default,single,single-post,postid-953,single-format-standard,cookies-not-set,qode-quick-links-1.0,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,columns-4,qode-theme-ver-11.2,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.2.1,vc_responsive

Acquamarina e altri berilli

Acquamarina e altri berilli

Dopo lo smeraldo trattiamo ora le altre varietà del gruppo del berillo: acquamarina, eliodoro, morganite e berillo rosso.

Acquamarina

Anelli con acquamarina e diamantiDeve il suo nome al fatto che il colore ricorda quello dell’acqua di mare, e come quella, si presenta in una gamma di tonalità che riguardano l’azzurro chiaro, l’azzurro scuro sino all’azzurro-verde. Il valore sale proporzionalmente all’intensità della tinta. Il berillo, per sua natura incolore, assume determinate colorazioni a causa della presenza di sostanze estranee. In questo caso l’agente colorante è il ferro, mentre per lo smeraldo è dovuto al cromo.

I giacimenti di acquamarina sono presenti in tutti i continenti, anche in Italia, ma i più significativi sono presenti in Brasile e Madagascar. I cristalli di acquamarina sono spesso di dimensioni notevoli, ne è stato ritrovato uno di qualità gemma: pesava 110,50 kg ed era lungo 48,5 cm, aveva un diametro di 42 cm. Il cristallo fu utilizzato e trasformato in un notevole numero di gemme.

L’esame dell’acquamarina al microscopio rivela ben poco, perché le gemme sono generalmente prive di difetti e non si notano le notevoli inclusioni di solito presenti nello smeraldo.

Recentemente il valore dell’acquamarina di colore intenso ha subito un notevole aumento, variante dal 50 al 70%

Eliodoro o berillo aureo

berillo aureoL’eliodoro è un berillo di color giallo oro, giallo limone, giallastro. Le sostanze coloranti in questo caso sono l’ossido di uranio e il ferro. Questa bellissima gemma è molto nota all’estero, ma come tante altre quasi sconosciuta in Italia. E non è purtroppo la sola eccezione: in Italia quando si parla di pietre preziose, si intende per lo più solo il diamante, il rubino, lo zaffiro, lo smeraldo e l’acquamarina. Anche nell’eliodoro come nell’acquamarina le inclusioni sono rare.

I giacimenti principali si trovano in Sri Lanka e Africa.

 Morganite o berillo rosa

morganiteQuest’altra, bella e pregiata altra varietà del berillo di color rosa, si può definire una magnifica gemma.

I principali giacimenti di questa pietra, il cui nome deriva da un collezionista di minerali, tale J.P. Morgan, si trovano in Brasile, Madagascar, Mozambico, Namibia e USA (California), quasi sempre in pegmatiti.

La colorazione di questa varietà è dovuta alla presenza di manganese e cesio. Salvo rare inclusioni simili ad aghi non abbiamo trovato altro all’esame al microscopio.

Berillo rosso

Berillo rossoSi tratta generalmente di una gemma rarissima di piccolissime dimensioni che interessa più che altro i collezionisti di minerali. Ha un colore rosa salmone, rosso, rosso-bruno.